Come cambiare l’indirizzo MAC alla scheda di rete su Windows

L’indirizzo MAC (o MAC Address) viene usato dalle schede di rete per identificarsi nell’interscambio di informazioni.

MAC è l’acronimo di Media Access Control ed è costituito da un codice lungo 6 byte (48 bit).
Viene assegnato dal produttore della scheda al momento della sua creazione ed è univoco per ogni scheda.
I primi 3 byte sono l’identificativo della azienda produttrice, gli ultimi 3 rappresentano uno specifico sotto-indirizzo univoco.

L’IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers) ha creato questo indirizzo prevedendone la saturazione intorno al 2100 (poiché sono disponibili 281.400 miliardi di diverse combinazioni).

Poiché ogni scheda di rete ha memorizzato un proprio indirizzo MAC, nei nostri computer equipaggiati con wifi-Bluetooth-ecc.. avremo più indirizzi. (per scoprire quali sono, salta al punto ‘Verifica’)

Se avessimo la necessità di cambiare il MAC di una specifica scheda di rete (per svariati motivi, come ad esempio per aggirare un filtro nel nostro router), dovremmo procedere come segue.

Cambiamo

Apriamo proprietà del sistema

 


Andiamo su Gestione Dispositivi

 


Cerchiamo la scheda a cui vogliamo modificare il MAC e andiamo sulle sue proprietà

Cerchiamo, da avanzate “Servizio di rete” o (“Network address”)

Selezioniamo il campo vuoto e inseriamo (SENZA – o : o .) l’indirizzo MAC che vogliamo compaia.

Ad es. se vogliamo come nuovo MAC 08-00-27-00-E0-4D, mettiamo 08002700E04D.

Una volta inserito, diamo OK e RIAVVIAMO il sistema.

Come scegliere il MAC

Possiamo inserire praticamente qualsiasi combinazione: ecco la lista ufficiale per chiarire di cosa parlo.

Strumenti utili

Se siamo in possesso di un indirizzo MAC del quale vogliamo maggiori dettagli, come il nome del produttore, andiamo su questo sito.

Verifica

Per verificare quali sono gli indirizzi MAC delle nostre schede di rete:

-apriamo il prompt come amministratori (start>cerchiamo ‘cmd’>click destro>esegui come amministratore)

-diamo il comando

NOTA:

come scritto all’inizio, il MAC viene memorizzato dalle case a livello firmware nei chip delle schede di rete, e non è alterabile permanentemente.

La nostra modifica sarà ‘virtuale’, cioè il nostro sistema ‘simulerà’ il MAC immesso come reale, ma non verrà alterato il MAC memorizzato nell’hardware. Il che vuol dire che a seguito di disinstallazioni driver/aggiornamenti anche del sistema, potremmo dover eseguire di nuovo la procedura.

Related Posts